Montemiletto chiesa

Montemiletto – Paese di Briganti e castelli

Montemiletto - Il paese dei briganti con la Porta della terra

Montemiletto – Paese di Briganti e castelli

Posto a 600 metri di altitudine, su un monte che funge da spartiacque tra le valli del fiume Sabato e del Calore, Montemiletto conserva al suo interno uno dei borghi storici più affascinanti della provincia di Avellino.

Distante dal capoluogo appena 20 km, confina con i Comuni di Lapio, Montefalcione, Montefusco, Pietradefusi, Prata di Principato Ultra, Pratola Serra, Santa Paolina, Taurasi e Torre Le Nocelle. Ha un’estensione territoriale pari a 21,46 kmq e i suoi abitanti supera le 5200 unità. Il suo santo patrono è San Gaetano e si festeggia il 7 agosto.

Famoso per i suoi panorami, per le storie dei briganti e per il suo castello, Montemiletto è un paese dell’Irpinia apprezzato da turisti e viaggiatori che possono trovare qui un angolo di relax e bellezza.

Un po' di storia

La zona è stata frequentata sin dalla preistoria ma le prime notizie su Montemiletto si hanno solo dal XII secolo d.C. Fu un feudo prima della famiglia Della Leonessa e poi di quella dei De Tocco, fino al 1806. Il paese si sviluppa intorno al castello, dove è presente anche la famosa “porta della terra”, dalla quale si giunge nel rione detto “N’coppa a piazza“, corrispondente a Piazza Umberto I.  Lo sviluppo del borgo medievale ha permesso di ammirare, ancora oggi, lo sviluppo delle “ruve”, caratteristiche stradine in pietra. Un tempo ci fu anche un convento dei domenicani, dove ora c’è la sede del Municipio.

In questo borgo irpino è famosa anche la storia della rivolta filoborbonica, che l’8 luglio 1861 vide innescarsi una vera è propria guerriglia, culminata nella notte del giorno seguente. La notte del 9, infatti, il capitano della guardia nazionale Carmine Tarantino e il sindaco arciprete Leone, insieme a 5 soldati e qualche appartenente alla milizia nazionale dovettero battere in ritirata e rifugiarsi nel palazzo Fierimonte ma fu tutto inutile: i rivoltosi al grido di “Viva Francesco II“, riuscirono ad aprire le porte ed a togliere la vita a coloro i quali avevano tentano di fuggire.

Il castello di Montemiletto in una foto di inizi '900
Il castello di Montemiletto in una foto di inizi '900

Cosa vedere a Montemiletto

Tra i vari monumenti e luoghi di interesse presenti in questo borgo, vanno sicuramente ricordati il castello medievale, che si trova nella parte alta della piazza centrale e risale all’epoca tardo-rinascimantale; il centro storico, caratterizzato da edifici e palazzi sette-ottocenteschi; la chiesa di Sant’Anna con la sua facciata tardo-barocca e le sue opere d’arte all’interno; il centro storico della frazione “Montaperto”, con il piccolo castello medievale, i palazzi Baronale e Gualtieri e la chiesa di S. Audeno; e la chiesa di Santa Maria Maggiore, con la sua facciata romanica del settecento e gli affreschi interni.

Cosa mangiare a Montemiletto

La tradizione culinaria locale è ricca e gustosa. Tra i piatti tipici troviamo le Cecatielle co lo Pulieio, un incrocio tra fusilli e cavatelli con una sorta di menta aromatica; Fusilli con il Ragù, Làene e Ciciri (tagliatelle e ceci), Menestra ‘Mmaretata (minestra di verdure con carne) e la Migliazza (polenta con farina di granoturco).

Le festività e le ricorrenze di Montemiletto

Molte sono le occasioni di incontro per cui è famoso questo paese della Provincia di Avellino. Tra le più caratteristiche ci sono “Le 4 notti dei Briganti“, che si tiene nei mesi estivi, dove si ricorda la rivolta dei filoborbonici con concerti, momenti di convivialità e anche incontri storici con professori e autorità. 

Altrettanto famosa è la Festa Medievale di Montemiletto, dove si ripropone l’assalto al Castello della Leonessa del 1419, con tornei medievali, rievocazioni di antichi mestieri e la parte gastronomica con pietanze tipiche del luogo.

briganti a Montemiletto
La rivolta dei Briganti

Le nostre attività a Montemiletto

Questo paese merita di essere vissuto ed esplorato. Tra le varie proposte turistiche di eiTRAVEL quella che vi permette di conoscere questo splendido borgo è “L’antica Aeclanum, Taurasi e Montemiletto“, il tour che permette di immergersi e fare un viaggio che permetterà di scoprire tutti i segreti di questo lato d’Irpinia.

Register Now!

Join the SetSail community today & set up a free account.